Ed è arrivato il grande giorno! Un nuovo romanzo, totalmente fuori dalla mia comfort zone, approda oggi su Amazon in e-book e in cartaceo. Ma stavolta tra le righe non troverete una commedia romantica o un chick lit, bensì un paranormal romance suspence dai tratti gotici e cupi che ho scritto con la mia cara amica (e talentuosa autrice al suo esordio) Marzia Adelfio.
Sono curiosa di sapere cosa ne pensate di questa mia nuova veste e di questa nuova autrice.

Chi di voi ha già letto “Come mi vuoi” alzi la mano! Romanzo d’esordio che è stato pubblicato nel dicembre del lontano 2014. DIciamo la verità. passati tutti questi anni, non sentivo più “mio” quel modo di scrivere e la mia inesperienza di allora non rendeva una vera giustizia ai due personaggi che ho più amato in assoluto. Ellie e Greg, in fondo, sono i miei “primi figli” e non potevo pensare che non fossero nella loro forma migliore. Per questo ho deciso di riprenderli in mano e stravolgerli!

La stessa storia… non è più la stessa storia!

Incredibile, ma vero… alla fine è arrivato il momento di tornare a solcare le scene delle librerie – virtuali e non – per Marc e Cristina. Inutile negare quanto questi due mi siano entrati nel cuore quando li abbiamo scritti anni orsono.

Se siete anche voi autori, quasi sicuramente vorrete vedere la vostra opera pubblicata da una casa editrice. Qui di seguito ho deciso di condividere con voi qualche consiglio affinché la casa editrice a cui invierete il manoscritto, possa aver da subito una buona impressione di voi.

Ci sono due cose che amo nella vita e queste sono i romanzi e… l’alcol. Ora, non prendetemi per un’ubriacona, ma un ottimo vino e un cocktail dai sapori freschi sono una delle poche gioie della vita. Cocktail e libri non sembrano aver molto in comune, ma ho deciso di creare l’abbinamento perfetto per ogni libro e/o protagonista.

Oggi una giornata di annunci! In realtà è già stato annunciato dai blog e per chi segue la mia pagina su Facebook o Instagram o segue Darcy Edizioni, lo saprà già, ma adesso eccomi qua per dirlo più chiaramente anche in questo mio angolo di internet. Una notizia che a me dà sempre grande gioia, trattandosi di una serie a cui io sono molto affezionata e che ho scritto con la mia socia Fabiana Andreozzi. Parlo della serie Love Match.

Sono una pessima persona, quante volte mi riprometto di tenere un blog bello e aggiornato e, altrettante volte, sbatto la faccia contro la dura realtà: sono una dannata incostante! Presa dagli impegni della vita quotidiana che si modifica e si trasforma (in meglio, per una volta!), tra il lavoro e i progetti editoriali in corso d’opera, non trovo mai un po’ di tempo per sedermi come vorrei e scrivere qualche parola. Tuttavia oggi eccomi qui, a comunicarvi che, a un mese esatto dall’uscita di “C’era una vodka – è sempre colpa del mare”, ho deciso di cambiare la sua cover!

Torna dopo anni il romanzo che ho scritto a quattro mani con Fabiana Andreozzi. Una commedia romantica che, ai tempi, aveva riscosso un soddisfacente successo.
Come ti spaccio il fidanzato è il primo volume della serie Love Match e fa ritorno sugli store con una nuova veste e una nuova “casa”: la Darcy Edizioni in un’edizione revisionata e corretta. Non vi sono trasformazioni, il contenuto è rimasto invariato, rispettando la sua versione originale.

Negli ultimi tempi ho riflettuto spesso sulla vita sentimentale disastrosa che mi accompagna da parecchio tempo. Spesso mi sono domandata se fosse “colpa” mia, se fosse “colpa” degli uomini. Io sono selettiva, forse troppo esigente e pretenziosa; gli uomini troppo leggeri, affetti da sindrome di Peter Pan o farfalloni. Tuttavia, sebbene tutte queste cose possano essere tenute in considerazione, non credo sia solo l’unico motivo per cui per me – e per chiunque legga un libro (ma basta anche un film) – è così complicato trovare il compagno perfetto con cui condividere, se non addirittura la vita intera, quantomeno un pezzo di strada. Sono arrivata alla conclusione che la “colpa” sia da attribuire ai libri (o anche ai film).

Essere donna è terribilmente difficile, perché consiste soprattutto nell’avere a che fare con gli uomini.

(Joseph Conrad, Chance)